venerdì 9 dicembre 2011

Il nuovo logo CIAI


C’è qualcosa di nuovo…
Il bambino al centro, cui garantire il diritto all’infanzia, all’educazione, al gioco e soprattutto alla famiglia. In una parola: l’impegno quotidiano di CIAI per tutti i bambini del mondo nel nuovo logo dell’associazione. 
Un logo rinnovato, ma con un evidente richiamo all’immagine nota da oltre 40 anni; un pay off che ben richiama l’oggetto principale della propria missione: così si presenta dal prossimo mese di settembre la Ong CIAI.


“Ormai da molti anni CIAI non si occupa più soltanto di adozione internazionale ma opera come Ong con interventi di cooperazione in diversi Paesi”– spiega Donatella Ceralli responsabile della Comunicazione CIAI. “Per questo abbiamo sentito l’esigenza di farci rappresentare da un logo che identificasse immediatamente il focus del nostro operato: il bambino sempre al centro di tutte le nostre attività”.

Nel nuovo logo infatti è la forma stilizzata di un bambino a essere protagonista: un segno grafico più ‘giocoso’, che di fatto è una rivisitazione del tradizionale albero ideato a metà degli anni ’70, quando CIAI nacque come ente per le adozioni internazionali. L’albero con tanti e diversi rami voleva rappresentare il legame adottivo associato al concetto di innesto. Per arrivare al nuovo logo, CIAI si è affidato al sito bootb.com. La proposta vincente è stata quella di Giuseppe Trano che è riuscito a mantenere il legame con la tradizione, offrendo una visione più innovativa e rappresentando in modo immediato l’interesse e l’impegno dell’ong per qualsiasi bambino.

E’ stato così mantenuto il legame con la tradizione, offrendo una visione più innovativa e rappresentando in modo immediato l’interesse e l’impegno di CIAI per qualsiasi bambino.

Questi i passaggi che hanno portato allo sviluppo del nuovo logo



Il logo originale, l'albero rappresentava il legame adottivo associato al concetto di innesto




Per prima cosa si è cercato di capire in che modo un albero avrebbe potuto trasformarsi in un concept totalmente nuovo. La risposta al nuovo design, era celata proprio fra i rami dell'albero, infatti eliminando aluni rami si è cominciato ad intravedere una sagoma abbastanza familiare.



Non solo il logo è stato oggetto di modifica, ma anche il lettering è stato ammorbidito per dare un senso meno forte al carattere 


Con l'aggiunta della testa il logo si è completato, ma se si guarda bene, sembra che il bambino è in fase di caduta dal lettering e quindi...




è stato spostato sul lato della scritta, e gli si è data una base su cui poggiare, è stato cambiato anche il payoff in "per tutti i bambini del mondo".














0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
loghi aziendali